lunedì 16 luglio 2007

Parole, colori, emozioni….

Ci sono libri che, dal momento in cui inizi a leggerli ti scivolano nel cuore, vanno lì dritti dritti e ti donano emozioni intense…


Così sono i libri di Maxence Fermine, in particolare parlo de “La trilogia dei colori”, formata dai romanzi “Neve”, “Il violino nero”, “L’apicoltore”, e “Opium” Non ci sono parole sufficienti per descrivere la loro bellezza…
Libri piccoli, che si leggono in un paio d’ore, ma così intensi, delicati e coinvolgenti che quando arrivi verso la fine, ti vien da rallentare la lettura per prolungare il più possibile il piacere…

Io li definisco “libri magici”, perché hanno il potere di farti vivere un sogno senza il bisogno di chiudere gli occhi e poi, quando li hai finiti, il loro effetto continua e tu te ne stai lì a continuare a fare le cose quotidiane, magari in mezzo alla gente, ma con gli occhi persi nel vuoto e il sorriso stampato sul volto, ancora immerso nel libro che hai appena letto…


Se avete qualche ora da dedicare alla lettura, ve li consiglio vivamente.
Intanto, vi riporto qualche citazione da “L’apicoltore”:


[…] cercava in ogni cosa cio’ che alquanto singolarmente egli chiamava l’oro della vita.
Aurélien Rochefer era un essere in cerca di bellezza. Per lui l’esistenza meritava d’essere vissuta unicamente per i suoi pochi istanti di magia che la attraversavano.

[…] Per Aurélien la vita era un’ape d’oro, una strana ape d’oro che brilla in lontananza, si leva in volo, si inebria di profumo in profumo, cozza contro le vetrate del sole e cerca, nell’immensità del cielo, il nettare del proprio fiore.


Technorati technorati tags: , , , , , , ,

2 commenti:

Mushin ha detto...

Concordo. Se ti piace leggere ti consiglio anobii (www.anobii.com). Bel blog.

olimpianet ha detto...

Ciao Mushin! Grazie per i complimenti e la segnalazione del sito! Sono andata a vederlo ed è davvero interessante!!! Molto web 2.0!!! Non lo conoscevo...